Luce e retail

Certamente la luce deve migliorare la percezione degli acquirenti nello store attirando allo stesso tempo l’attenzione sui prodotti esposti. In aggiunta, tutto ciò deve essere raggiunto ottimizzando l’efficienza energetica per sostenere l’attività dello store e le policy ambientali.
Come conseguenza, i LED stanno diventando rapidamente la sorgente luminosa favorita per gli ambienti retail grazie alla loro capacità di compiere entrambe queste richieste. Inoltre offrono possibilità di controllo e cambiamento di colore, elementi sempre più importanti e richiesti in ambito retail.
Uno dei cambiamenti che è già evidente negli store è la riduzione dei livelli medi di illuminazione verso il piano vendite e un maggiore livello invece verso le superfici verticali. In questo modo si aumenta il contrasto ponendo più enfasi sul merchandise riducendo allo stesso tempo il livello globale di consumo energetico per metro quadro o piano.
La flessibilità nel configurare e riconfigurare l’illuminazione in ambienti retail è un fattore determinante.
Luce tecnica e luce decorativa si fondono in un unico elemento che aiuta il negozio a fare un passo ulteriore lungo la propria evoluzione: da semplice punto vendita a meta esperienziale dove, prima di tutto, si acquista con gli occhi.
Nell’ultimo anno abbiamo approfondito un aspetto ancora troppo poco considerato, ovvero quanto la luce artificiale impatta sulla salute e il benessere delle persone. È vero che in ambito retail il focus è sul marketing, ma prima c’è un effetto sul nostro corpo. Un esempio che rende chiaro il concetto è quello della luce bianca, ampiamente utilizzata nel retail. È il tipico colore della luce del Sole a mezzogiorno. Come possiamo stare bene delle ore sotto una luce del genere? Basta riflettere, ad esempio, sulla sensazione di alienazione che vivono i frequentatori dei centri commerciali.

Il retail lo vediamo sempre più attento all’illuminazione e ha ragione di esserlo. Mentre prima si lavorava sulla quantità, con spianate di faretti e proiettori, ora si ha la consapevolezza che un prodotto ben illuminato ha molte più probabilità di essere venduto. Proprio per questo noi consigliamo prodotti con un altissimo indice di resa cromatica senza mai prescindere da un’adeguata progettazione. Il rispetto dei colori, delle forme, dei dettagli è prioritario ma “la potenza è nulla senza controllo”.
Recenti studi scientifici hanno dimostrato chela luce ha un’enorme influenza sul nostro stato d’animo e sulla sensazione di vitalità. Il nostro corpo “legge” la luminosità circostante e reagisce di conseguenza in modo del tutto automatico. Lavorando o vivendo la maggior parte del nostro tempo in ambienti interni, siamo costretti a compensare con la luce artificiale. OLEV da tempo studia una luce intelligente che possa generare benessere. Le nostre lampade sono in grado di variare intensità, colore e temperatura della luce, anche in maniera separata e controllabile da remoto tramite smartphone. Abbiamo anche reso possibile l’imitazione del cambiamento della luce naturale a seconda dell’orario della giornata.

Chi si occupa di progettare spazi pubblici o retail dovrebbe sempre curare i particolari avendo come fine ultimo il benessere psicofisico delle persone che vi transiteranno o lavoreranno. Inoltre, non va dimenticato che una corretta luce a livello di temperatura è decisiva nella messa in risalto dei prodotti che il retailer vuole vendere. Pensiamo al cibo: frutta e verdura se illuminati male posso apparire avariati, così come carni e cibi freschi. Di recente abbiamo creato per la nota catena di supermercati Lidl un sistema di illuminazione ad altissima resa cromatica: le fragole ora appaiono rosse come sotto la luce del sole.
I vantaggi di acquistare solo lampade a tecnologia LED sono nei numeri: tagliano i consumi energetici fino al 90% e garantiscono più di 50.000 ore di luce senza manutenzione. Non si surriscaldano, quindi non disperdono energia a vuoto.
Il nostro obiettivo è generare emozioni attraverso la luce. Il consumatore acquista prima di tutto con gli occhi. Una buona illuminazione deve contribuire a esaltare le caratteristiche dei prodotti esposti, siano essi automobili, abbigliamento, prodotti da forno, frutta e verdura, carne o pesce. Le nostre soluzioni di illuminazione sono pensate per rispondere a richieste con elevati standard da parte dei nostri clienti e con alcuni di essi sviluppiamo delle soluzioni ad hoc per i loro format.
Il punto vendita classico non esiste più. Oggi è prima di tutto un luogo esperienziale, dove il consumatore è coinvolto emotivamente grazie a tutte le componenti del format espositivo. L’illuminazione gioca un ruolo cruciale poiché, oltre ad assolvere il compito di illuminare garantendo visibilità e sicurezza, è uno strumento di marketing. Caratteristiche quali la temperatura del colore, la resa cromatica, l’angolo di emissione, il posizionamento della fonte luminosa, contribuiscono in maniera determinante a “mettere in scena” il prodotto e a renderlo appetibile agli occhi del consumatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *